Thursday Feb 03, 2022

10 Fonti di Bassa Autostima

In precedenza, ho scritto sui modi in cui la bassa autostima si manifesta nelle relazioni femminili. Questa settimana farò una breve panoramica degli infiniti luoghi da cui ha origine la bassa autostima – come la tua storia e le tue relazioni primarie di cura hanno formato la tua opinione di te stesso e come altri fattori esterni contribuiscono. Ecco un breve inventario delle fonti di bassa autostima e come questi sentimenti si manifestano:

l’articolo continua dopo la pubblicità

1. Figure di autorità che disapprovano

Se sei cresciuto sentendo che qualsiasi cosa tu abbia fatto non era abbastanza buona, come pensi di diventare un adulto con un’immagine positiva di te stesso? Se sei stato criticato indipendentemente da quello che hai fatto o da quanto duramente ci hai provato, diventa difficile sentirsi sicuri e a proprio agio nella propria pelle in seguito. La vergogna forzata per il perpetuo “fallimento” può essere dolorosa e accecante.

2. Caregivers non coinvolti/preoccupati

È difficile motivarsi a volere di più, sforzarsi di più e immaginare di meritare di più quando i tuoi genitori o altri caregivers primari non hanno prestato attenzione – come se i tuoi maggiori successi non fossero degni di nota. Questo scenario si traduce spesso nel sentirsi dimenticati, non riconosciuti e non importanti in seguito. Può anche lasciarvi la sensazione di non dover rendere conto a nessuno, o potete credere che nessuno nel qui e ora si preoccupi dei vostri spostamenti, quando in realtà si tratta di una sensazione ereditata dal passato. Sentirsi non riconosciuti può portare alla convinzione di doversi scusare per la propria esistenza.

3. Figure di autorità in conflitto

Se i genitori o altri caregiver litigano o si fanno sentire male, i bambini assorbono le emozioni negative e le situazioni di sfiducia che sono state modellate per loro. È spaventoso, travolgente e disorganizzante. Questa esperienza può verificarsi anche quando uno dei genitori è profondamente sconvolto o si comporta in modo imprevedibile intorno al bambino. Quando si è stati soggetti a conflitti eccessivi tra le figure di autorità, ci si può sentire come se si contribuisse alle lotte o alla circostanza dolorosa di un genitore. I conflitti intensi sono vissuti come estremamente minacciosi, guidati dalla paura, e si può credere di averli causati. Questa sensazione di essere “contaminati” può essere portata nell’età adulta.

l’articolo continua dopo la pubblicità

4. Bullismo (con genitori non solidali)

Se avete avuto il supporto di una famiglia relativamente sicura, sensibile e consapevole, potete avere una migliore possibilità di recuperare e salvare la vostra autostima dopo essere stati derisi e maltrattati da bambini. Se ti sentivi già insicuro a casa e la tortura continuava fuori casa, il senso opprimente di essere perso, abbandonato, senza speranza e pieno di odio per te stesso pervadeva la tua vita quotidiana. Può anche sembrare che chiunque ti faccia amicizia ti stia facendo un favore, perché ti vedi così danneggiato. Oppure puoi pensare che chiunque sia coinvolto nella tua vita debba essere predatore e non ci si possa fidare. Senza una vita domestica di sostegno, gli effetti del bullismo possono essere amplificati ed erodere miseramente la qualità della vita.

5. Bullismo (con genitori eccessivamente solidali)

Inversamente, se i tuoi genitori sono stati eccessivamente e indiscriminatamente solidali, questo può farti sentire impreparato al mondo crudele. Senza una causa iniziale per sviluppare uno spesso strato esterno, può sentirsi impegnativo e persino vergognoso vedersi come incapaci di sopportare le sfide della vita fuori casa. Da questa prospettiva, potresti sentirti mal preparato e profondamente imbarazzato ad ammettere questo sporco e brutto segreto su di te, anche ai tuoi genitori, perché hai bisogno di proteggerli dal dolore che sopporterebbero se lo sapessero. Invece, hai nascosto il doloroso segreto di ciò che ti è successo. La vergogna può offuscare la tua prospettiva. Alla fine può sembrare che l’opinione che i tuoi genitori hanno di te sia in conflitto con l’opinione che il mondo ha di te. Può costringerti ad aggrapparti a ciò che ti è familiare nella tua vita, perché è difficile fidarsi di ciò che è reale e ciò che non lo è. Puoi mettere in dubbio la validità dell’opinione positiva che i tuoi genitori hanno di te, e passare all’idea che non sei abbastanza bravo o che sei una vittima e dovresti essere oggetto di scherno.

LE BASI

  • Cos’è l’autostima?
  • Trova un terapista vicino a me

6. Bullismo (con genitori non coinvolti)

Se le tue figure di riferimento erano occupate mentre eri vittima di bullismo e hanno minimizzato la tua esperienza, o ti hanno deluso quando avevi bisogno del loro sostegno, potresti aver lottato con la sensazione di non meritare attenzione, di non essere degno di nota e di essere arrabbiato per essere stato trattato male. Quando il mondo si sente insicuro, la vergogna e il dolore sono brutali. Questi sentimenti potrebbero anche essere evocati se i genitori erano in stati di transizione o caotici – così che quello che ti è successo non era sul radar di nessuno. Se c’è caos a casa, può essere difficile chiedere attenzione o sentire che c’è spazio per te che occupi spazio con le tue lotte. Invece, puoi ritirarti e diventare più isolato e bloccato nella vergogna.

l’articolo continua dopo la pubblicità

7. Sfide accademiche senza supporto del caregiver

Non c’è niente come sentirsi stupidi per creare una bassa autostima. Se ti sentivi come se non capissi cosa stava succedendo a scuola – come se stessi rimanendo sempre più indietro senza che nessuno se ne accorgesse o intervenisse per aiutarti a capire di quali sistemazioni hai bisogno – potresti aver interiorizzato la convinzione di essere in qualche modo difettoso. Potresti sentirti preoccupato e dubitare eccessivamente della tua intelligenza, e sentirti terribilmente a disagio nel condividere le tue opinioni. La vergogna di sentirsi come se non si fosse abbastanza bravi può essere difficile da scuotere, anche dopo aver imparato i propri modi per accomodare le proprie difficoltà accademiche.

8. Trauma

L’abuso fisico, sessuale o emotivo può essere la causa più eclatante ed evidente della bassa autostima. Essere costretti in una posizione fisica ed emotiva contro la propria volontà può rendere molto difficile che il mondo ti piaccia, che tu ti fidi di te stesso o che ti fidi degli altri, il che incide profondamente sull’autostima. Può anche sembrare che sia colpa tua quando non potrebbe essere meno colpa tua. Ovviamente, in questi scenari, c’è così tanto da fare in una sola volta che si potrebbe aver bisogno di fare un check-out, dissociarsi, andare via. Può farvi sentire il nulla. Nel tentativo di ottenere il controllo delle vostre circostanze, nella vostra testa potreste esservi convinti di essere complici o addirittura colpevoli. Potresti aver trovato dei modi per far fronte all’abuso, per gestire il caos in modi che capisci essere malsani, per cui alla fine potresti vederti come repellente e tremendamente vergognoso, tra uno zilione di altri sentimenti.

Letture essenziali sull’autostima

9. Sistemi di credenze

Quando il tuo sistema di credenze religiose (o altro) ti mette nella posizione di sentirti come se stessi perpetuamente peccando, può essere simile all’esperienza di vivere con una figura di autorità che disapprova. Che il giudizio provenga da figure di autorità o da un sistema di credenze stabilito nella vostra vita, può evocare vergogna, senso di colpa, conflitto e disprezzo di sé. Molti sistemi di credenze strutturati offrono due strade: una che è tutta buona e una che è tutta cattiva. Quando si cade inevitabilmente nell’abisso tra i due, si finisce per sentirsi confusi, sbagliati, disorientati, vergognosi, falsi e delusi da se stessi più e più volte.

articolo continua dopo la pubblicità

10. La società e i media

Non è un segreto che le persone nei media sono confezionate e aerografate in livelli irrealistici di bellezza e magrezza. È un’epidemia che sta solo peggiorando. Ora, sia i maschi che le femmine sentono di non potersi misurare con quello che c’è là fuori. Forse i semi della bassa autostima vengono piantati altrove, ma ora la società e i media rendono le imperfezioni così immediatamente accessibili, non c’è sollievo dai sentimenti di inadeguatezza. Poiché l’accesso ai media è disponibile sempre più giovane, i bambini sono sottoposti a questi confronti ingiusti sempre più presto.

Ovviamente, ognuna di queste fonti di bassa autostima merita un numero infinito di post. Tuttavia, la cosa più importante è capire che sperimentare una qualsiasi di queste circostanze precoci non significa che tu debba essere legato ad esse da adulto. Saranno intessute nel vostro tessuto e assorbite nel vostro senso di voi stessi in modi diversi nel corso del tempo, ma ci sono molti percorsi per sentirvi più preparati, meno frammentati e più sicuri di voi stessi andando avanti. Da adulto, quando esamini la tua storia, puoi cominciare a vedere che in alcuni casi la derisione o gli intensi messaggi negativi che hai incontrato non erano necessariamente destinati a te. Piuttosto, sono scaturiti dalle circostanze delle persone che li hanno trasmessi. Questa prospettiva può aiutarvi a diluire il potere dei messaggi negativi su voi stessi che avete ricevuto e formato. Inoltre, capire che non sei solo nella tua esperienza può aiutarti a diminuire la misura in cui ti senti isolato e vergognoso.

Ci sono alcune circostanze che puoi aver subito che possono essere impossibili da capire. Non puoi e non ci si aspetta che tu capisca, empatizzi o perdoni in queste circostanze. Ciò che conta di più è continuare a trovare modi per sentirsi il più bene e il più sicuro possibile nella tua vita in questo momento. Più capisci le fonti della tua bassa autostima e riesci a contestualizzarle, più puoi usare la tua autocomprensione per iniziare il processo di riparazione dell’autostima.

Twitter: @DrSuzanneL

FB: facebook/DrSuzanneLachmann

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to Top