Thursday Feb 03, 2022

Cosa sono le dipendenze nella gestione dei progetti?

Ogni progetto ha delle dipendenze, che il Glossario di Max Wideman definisce come le “relazioni tra prodotti o attività”, cioè attività che richiedono input da altre attività per essere completate, o attività che non possono iniziare finché un’attività precedente non è stata fatta. Ci sono spesso diverse sequenze di un compito, e sono tutte dipendenti l’una dall’altra. Lo scopo di un progetto richiede che questi compiti siano completati in ordine.

Perché abbiamo bisogno delle dipendenze del progetto?

Stabilire le dipendenze del progetto è cruciale per il suo successo generale. Un project manager ha bisogno di:

  • Segnalare le sequenze dei compiti all’interno del piano del progetto.
  • Calcolare i percorsi critici dei compiti, cioè quanto tempo ci vorrà per ciascuno.
  • Identificare le risorse necessarie per completare i compiti, così come i potenziali problemi di programmazione.
  • Monitorare e gestire i compiti come parte del piano generale del progetto.
  • Identificare e agire su qualsiasi opportunità per accelerare la pianificazione dei compiti del progetto.

Esempi di dipendenze nella gestione del progetto

Diciamo che stai facendo un progetto di costruzione e devi costruire, intonacare e dipingere un muro. L’intonacatura non può iniziare finché il muro non è stato costruito, e i tubi e i cavi necessari sono stati installati. Il muro non può essere decorato finché l’intonacatura non è stata fatta, anche intorno ai tubi e all’impianto elettrico.

Alcune dipendenze sono esterne, piuttosto che interne. Nell’esempio precedente, l’impresa di costruzioni che costruisce un muro può affidarsi a fornitori terzi per i materiali da costruzione. Prima di iniziare a costruire, avranno anche bisogno di licenze e permessi di pianificazione.

Tipi di dipendenza del progetto

Ci sono quattro tipi di dipendenze nella gestione del progetto che definiscono le relazioni tra i compiti:

  • Finish-to-Start
  • – il primo compito deve essere completato prima che il secondo compito possa iniziare, come nell’esempio precedente.

  • Finish-to-Finish
  • – il secondo compito non può essere completato finché il primo non è stato fatto. Per esempio, i cavi non possono essere inseriti nel muro finché non sono stati ispezionati.

  • Iniziare ad iniziare
  • – il compito seguente non può iniziare finché il primo compito non è iniziato. Per esempio, un pavimento di cemento non può iniziare a essere livellato finché il cemento non ha iniziato a essere versato nello spazio designato.

  • Start-to-Finish
  • – il primo compito deve iniziare prima che il secondo compito possa essere completato. Per esempio, una nuova installazione di software deve iniziare prima che la vecchia installazione possa essere fermata.

    Categorie di dipendenza del progetto

    Oltre ai tipi di dipendenze, ci sono anche categorie di dipendenza. Queste sono logiche, di preferenza e basate sulle risorse:

  • Dipendenze logiche
  • , che sono requisiti fondamentali.

  • Dipendenze basate sulla preferenza
  • , che hanno diverse opzioni di pianificazione ma sono basate sul percorso preferito.

  • Dipendenze basate sulle risorse
  • , che potrebbero essere completate più rapidamente se fossero disponibili risorse aggiuntive.

    Dipendenze Hard Logic vs Discretionary

    Alcune dipendenze del progetto sono obbligatorie, note anche come dipendenze Hard Logic, cioè sono richieste contrattualmente o legalmente come parte del piano del progetto. Le dipendenze discrezionali mostrano che c’è più di un percorso nella sequenza di un compito o attività. In questo caso, il team sceglie il suo ordine preferito, di solito basato sull’esperienza.

    Come gestire le dipendenze del progetto

    Le dipendenze sono spesso mostrate come grafici di Gantt, che possono aiutare a:

    • Tracciare il tempo che un progetto richiede per essere completato
    • Decidere e allocare le risorse
    • Ordinare i compiti
    • Aiutare la gestione delle dipendenze tra i compiti.

    Altri strumenti includono una rete logica che mostra la sequenza di compiti o attività che logicamente vengono prima o dopo un’altra attività o compito. Un grafico PERT – il Program Evaluation and Review Technique – è utile per analizzare i compiti coinvolti in un progetto. Stabilisce il tempo minimo necessario per completare il progetto, mostrando una ripartizione gerarchica dei requisiti del progetto.

    Altri diagrammi che sono particolarmente utili all’interno del piano di progetto per un facile riferimento da parte dei membri del team sono:

    • Diagrammi di causa ed effetto
    • Cartelle di flusso e controllo
    • Iistogrammi
    • Diagrammi di dispersione
    • Cartelle di Pareto e Analisi di Pareto.

    Gestire le dipendenze all’interno di un progetto aiuterà sia il project manager che il team a lavorare e gestire i compiti nel miglior ordine possibile. Questo aiuta a garantire che un progetto sia completato in tempo, se non in anticipo.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    Back to Top