Thursday Feb 03, 2022

Ecco come smaltire una vecchia Bibbia

Categorie:Spiritualità

Philip Kosloski – pubblicato il 09/10/18

Gettare la Bibbia nella spazzatura semplicemente non sembra giusto.

Molti possiedono una Bibbia e, a volte, inizierà a consumarsi per l’uso o la vecchiaia. In un certo senso questo è un buon problema da avere, perché significa che la Bibbia viene usata regolarmente.

Tuttavia, cosa si deve fare quando una Bibbia è completamente consumata e non ha più alcuna utilità? Va bene buttarla semplicemente nella spazzatura?

Le Bibbie devono essere trattate con grande rispetto e riverenza nella Chiesa cattolica perché le parole delle scritture contengono la presenza di Dio.

Il Catechismo della Chiesa Cattolica spiega, “Attraverso tutte le parole della Sacra Scrittura, Dio parla solo una singola Parola, la sua unica voce in cui si esprime completamente … Per questo motivo, la Chiesa ha sempre venerato le Scritture come venera il Corpo del Signore” (CCC 102-103).

Questo collega le parole della Sacra Scrittura alla santa Eucaristia, dove Gesù stesso è veramente presente sotto le apparenze del pane e del vino. Ha senso, quindi, che i cattolici possano trattare la Bibbia con la stessa cura e attenzione con cui il sacerdote tratta l’Ostia consacrata durante la Messa.

Leggi tutto: Cosa fare quando la Santa Comunione cade a terra durante la Messa

Al tempo stesso, la Bibbia fisica rimane un libro e non è stata ufficialmente consacrata dalla Chiesa o destinata ad alcuna funzione liturgica. Fa parte della proprietà personale di una persona e può essere usata in una serie di modi che non sono regolati dalla Chiesa. Sono soprattutto le parole delle Scritture ad essere sante e a rivelare la presenza di Dio, e non le pagine fisiche.

Tuttavia, a volte buttare via la Bibbia non sembra “giusto”. Cosa dovrebbe fare una persona?

Nel caso dei sacramentali (oggetti devozionali benedetti da un sacerdote), i cattolici sono istruiti a smaltire i vecchi sacramentali in un modo che mostra la dovuta riverenza. Tutti i sacramentali possono essere bruciati o sepolti per smaltirli correttamente. Questo tipo di smaltimento onora il loro scopo sacro e li restituisce alla terra in modo dignitoso. Se una persona non è in grado di fare nessuna delle due cose, il sacramento può essere lasciato all’ufficio parrocchiale e qualcuno del personale può occuparsene.

Le bibbie potrebbero essere eliminate in modo simile, riconoscendo il testo sacro che contengono. Tuttavia, sta alla coscienza della persona disfarsi di una Bibbia, in quanto generalmente non è considerata un sacramento perché non esiste una benedizione specifica per essa. Tuttavia, se la Bibbia è stata benedetta in qualche modo (rendendola un sacramentale), allora si dovrebbero seguire le linee guida di cui sopra. In tutti gli altri casi, spetta alla persona decidere come disporre della Bibbia. Dio non manderà giù un fulmine se si fa la cosa “sbagliata”, ma vale la pena prendere una decisione attenta su come trattiamo le nostre Bibbie.

Leggi tutto: Da dove viene la Bibbia?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to Top