Thursday Feb 03, 2022

First Love Album Project recluta artisti locali e nazionali per salvare First Ave

×

Fotografia di Caitlin Abrams

First Avenue

La pandemia di COVID-19 ha devastato la scena musicale di Twin Cities. Fifth Element, il negozio di dischi e centro hip-hop di Rhymesayers a Uptown, ha chiuso i battenti a marzo. A maggio, abbiamo tenuto una veglia per Honey, l’amato club seminterrato del nord-est che ospitava artisti underground, poetry slam e le migliori feste da ballo della metropolitana. I musicisti stanno lottando per sbarcare il lunario, e i locali che non hanno ancora chiuso stanno a malapena tirando avanti: a luglio, molti locali indie locali si sono riuniti per formare la National Independent Venues Association (NIVA), il gruppo di pressione nazionale che sta combattendo per i locali indipendenti spingendo per la legislazione #SaveOurStages a Capitol Hill. Il leggendario palco di Minneapolis, First Avenue, sta lottando per uscire dal 2020 come tanti altri.

La prospettiva di una Minneapolis senza First Avenue è desolante. Questa settimana, però, un gruppo di fan sfiduciati ha preso in mano la situazione: il Committee of Concerned Citizens, un gruppo di veterani della First Avenue con buone conoscenze, guidato da Mary Beth Mueller, ha annunciato un album di beneficenza con musica di artisti locali e nazionali. First Love Project è disponibile su Bandcamp: con un abbonamento unico di 25 dollari si ha accesso a tutte le 19 tracce, più tutte le uscite future. Tutti i proventi dell’album saranno donati a First Ave.

Mueller, la fondatrice del no-profit Kill Kancer e vedova del bassista dei Soul Asylum Karl Mueller, ha detto che ha incanalato la sua disperazione nel vedere i locali lottare in azione. “Mi sono stancata di firmare le petizioni ‘Save our Stages’ e ho deciso di fare qualcosa”, ha detto la Mueller in una dichiarazione. “Molti di noi semplicemente non possono immaginare questa città o il panorama musicale nazionale senza First Avenue. Abbiamo iniziato a mandare email alle band, e ognuna di loro ha risposto, ‘Sì.'”

La prima serie di tracce del First Love Project ha alcune vere gemme: I Fugazi hanno contribuito con una versione live di “Repeater” registrata alla First Ave nel 1992. I Semisonic del Minnesota hanno aggiunto “Basement Tapes”, una delle prime canzoni che hanno fatto dopo una pausa di quasi due decenni. L’album contiene anche Har Mar Superstar, Atmosphere, Dessa, The Hold Steady, Molly Maher e altri. Ciò che tutti questi artisti sembrano avere in comune, però, è un profondo apprezzamento per First Ave come cuore musicale delle città. Non vogliono vederla chiusa.

“Avevo probabilmente 20 anni quando ho partecipato a una gara di poesia sul palco più piccolo di First Avenue. Ho perso. E ho avuto modo di vedere com’era davvero la padronanza del mestiere. Anni dopo, sono salita sul palco per fare rap al 7th Street Entry”, ha scritto Dessa in una testimonianza sul sito del progetto. Anni dopo, ha cantato in uno show dei GAYNGS e ha visto Prince suonare la chitarra dietro le quinte. Proprio l’anno scorso, ha dato la sua più recente performance sold-out nella Mainroom. “First Avenue ha a cuore la musica. E agli artisti. E alla cultura della nostra città. Questo non è vero per tutti in questo business.”

Mueller dice che la missione di First Love Project è duplice: sostenere First Avenue, ma anche far passare ai fan affamati di concerti un inverno buio. “Sì, questa è una raccolta di fondi per First Avenue, ma è anche una lettera d’amore degli artisti ai fan di Minneapolis e St. E la ragione per cui è un abbonamento da 25 dollari è che siamo tutti al verde”, ha detto Mueller. Gli artisti hanno donato questi brani gratuitamente e il progetto è gestito su base volontaria.

Dayna Frank, proprietario di First Ave e presidente di NIVA, ha detto in una dichiarazione: “Siamo spazzati via dall’incredibile sostegno di questa comunità e di questi incredibili artisti. È una cosa molto speciale sapere che First Avenue significa così tanto per così tanti, specialmente quest’anno – il nostro 50° anniversario e il momento più impegnativo nella storia del club. È commovente, a dir poco.”

First Love Project aggiungerà nuovi brani di altri artisti su base mensile nei prossimi mesi per mantenere il sostegno a First Avenue (aspettatevi altri 15 brani verso la fine di gennaio). Il locale è stato chiuso per nove mesi – anche se i vaccini all’orizzonte offrono speranza per la scena della musica dal vivo, i locali al chiuso come First Ave sono in un posto vulnerabile, perché probabilmente saranno tra gli ultimi a tornare. Anche se NIVA ha guadagnato un sostegno bipartisan a livello nazionale, le loro proposte sono attualmente bloccate in una situazione di stallo insieme ad altri sforzi di soccorso federale. Iscriviti al First Love Project e mostra il tuo sostegno a First Ave.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to Top