Thursday Feb 03, 2022

Grotte e caverne

Grotte e caverne sono aperture sotterranee naturali abbastanza grandi per l’uomo. Sono formate principalmente dall’attività vulcanica o dagli effetti erosivi dell’acqua e del vento. Le grotte dell’Arkansas sono di quest’ultima varietà, il risultato della dissoluzione del calcare e di altre rocce solubili nelle regioni montagnose dello stato. Quindi, la più alta concentrazione di grotte si trova nelle aree nord-occidentali e centro-settentrionali dello stato.

L’Arkansas vanta diverse grotte di dimensioni sufficienti per essere di interesse per i turisti e gli speleologi, e tutte queste possono essere descritte come “grotte vive” – grotte in cui l’acqua rimane presente, insieme alla sua continua capacità di alterare la struttura della grotta. Le grotte dell’Arkansas mostrano una vasta gamma di stalattiti e stalagmiti, corsi d’acqua sotterranei (compresi alcuni con sezioni navigabili), ponti sotterranei e cascate, antichi fossili marini e altro ancora. Prove archeologiche di abitazioni di nativi americani risalgono a migliaia di anni fa.

Anche se ora sono principalmente attrazioni turistiche, le grotte hanno anche giocato vari ruoli nella storia dell’Arkansas. Si ritiene che la prima scuola dello stato abbia tenuto le sue lezioni in una grotta vicino a Ravenden Springs (Contea di Randolph). Voci di un tesoro sepolto dall’esploratore spagnolo Hernando de Soto, e sussurri di maledizioni su coloro che lo cercano, turbinano ancora intorno a una grotta nella contea di Little River. Alcuni sostengono che i lingotti d’argento occasionalmente escono dalla Mill Ford Cave, ora coperta dal Beaver Lake, e che il salnitro e il piombo trovati nelle grotte hanno fornito munizioni alla Confederazione durante la guerra civile.

In tempi più recenti, le grotte hanno attratto coloro che non avevano altro posto dove andare o che non volevano essere trovati; i vagabondi e coloro che sono sfortunati hanno talvolta fatto delle grotte il loro rifugio temporaneo. Alcuni hanno scelto le grotte come residenza a lungo termine. C’è stato almeno un caso, vicino a Eureka Springs (Carroll County), di una persona che ha lasciato la società moderna per la solitudine dell’abitazione in grotta. Jake Call comprò 120 acri di proprietà selvaggia nel 1936 con l’intenzione di costruire una casa. Invece, ha fatto la sua casa per almeno trent’anni in una grotta di 10′ x 40′ sulla proprietà.

Negli anni ’60 e ’70, le grotte dell’Arkansas hanno attirato l’attenzione dei governi statali e federali per la loro capacità di riparare le persone, questa volta come rifugi antiatomici. La presenza di acqua e la costante temperatura fresca (insieme al beneficio di bloccare le radiazioni della vita sotterranea) rendevano le grotte un’opzione sensata per sopravvivere a una guerra nucleare. Un residuo dell’era della guerra fredda è il Beckham Creek Cave Haven a Parthenon (contea di Newton), che ha trovato una nuova vita come hotel di lusso; sono disponibili camere e aree di accoglienza che consentono un comodo soggiorno sotterraneo. Due grotte popolari che divennero attrazioni turistiche all’inizio del ventesimo secolo furono Diamond Cave, che offriva tour pubblici negli anni ’90, e Wonderland Cave, che servì in vari momenti come nightclub e cantina per la conservazione del vino. Entrambe le grotte sono chiuse al pubblico.

Nel 2009, i funzionari con le agenzie statali e federali hanno iniziato a chiudere alcune grotte in Arkansas al pubblico dopo un’infezione fungina potenzialmente letale, la sindrome del naso bianco, che ha avuto origine sulla costa orientale si è diffusa alle popolazioni di pipistrelli nel sud. Altre grotte rimangono aperte, ma richiedono ai visitatori di utilizzare attrezzature speciali per evitare di contaminare le grotte.

Visite guidate sono offerte a Blanchard Springs Caverns, Bull Shoals Caverns, Cosmic Caverns, Hurricane River Cave, Mystic Caverns, Onyx Cave, Old Spanish Treasure Cave e War Eagle Cavern, tra gli altri. Tour guidati di speleologia selvaggia per coloro che sono fisicamente in forma sono offerti a Hurricane River, War Eagle, Cosmic, e Blanchard Springs.

Per ulteriori informazioni:
Bleiberg, Larry. “Il bunker della guerra fredda nella grotta Ozarks è ora un bel posto per passare le vacanze” Arkansas Democrat-Gazette. October 16, 2005, p. 3H.

Copeland, Clovis. “Le grotte offrono rifugio in caso di attacco nucleare”. Arkansas Democrat. November 10, 1961, p. 9A.

“Christmas Tree in Big Cave for Half Century, Brought Community Peace and Plenty.” Arkansas Democrat. December 18, 1932, p. 10A.

Graening, G. O., Danté B. Fenolio, and Michael E. Slay. Grotta vita di Oklahoma e Arkansas. Norman: University of Oklahoma Press, 2011.

Hull, Ralph. “Ruscello sotterraneo conduce nella caverna Big Hurricane”. Arkansas Gazette. 18 ottobre 1931, p. 9B.

“La leggenda del tesoro spagnolo si aggrappa alla grotta”. Arkansas Democrat Magazine. 12 novembre 1967, p. 7.

Peacock, Leslie Newell. “Chiudere le grotte, risparmiare i pipistrelli”. Arkansas Times. 25 marzo 2010, p. 8.

Steele, Phillip. “L’abitante delle grotte ama i turisti, fa amicizia con gli animali”. Arkansas Democrat Magazine. 17 novembre 1968, p. 2.

Taylor, Michael Ray. Natura nascosta: Wild Southern Caves. Nashville, TN: Vanderbilt University Press, 2020.

Weaver, H. Dwight. Il sottosuolo Wilderness: Grotte del Plateau Ozark. Columbia, MO: University of Missouri Press, 1992.

Matthew Franks
Pulaski Technical College

Ultimo aggiornamento: 02/16/2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to Top